Tutto sulle Rose e Marmellata di Rose!!!!!!

standard 5 luglio 2011 Leave a response

Buongiorno a Tutti!!!

Rosa Michelangelo

Come vi avevo già accennato nella settimana scorsa, una volta alla settimana vi voglio proporre qualche spunto di giardinaggio, postando una pianta diversa a settimana.

Per questo martedì ho scelto la rosa, che é il periodo di massima fioritura, e perché era il fiore preferito di mio padre (oggi era il suo compleanno). Tanti auguri papà!!!!!

Andiamo a una gradevole lettura sulle rose:

Roseto Comunale di Roma

Il nome rosa, secondo alcuni, deriverebbe dalla parola sanscrita vrad o vrod, che significa flessibile. Secondo altri, invece, il nome deriverebbe dalla parola celtica rhood o rhuud, che significa rosso.

  La rosa é una pianta che comprende circa 150 specie, numerose varietà con infiniti ibridi e cultivar, originarie dell’Europa e dell’Asia, di altezza variabile da 20 cm a diversi metri, comprende specie cespugliose, sarmentose, rampicanti, striscianti, arbusti e alberelli a fiore grande o piccolo, a mazzetti, pannocchie o solitari, semplici o doppi, frutti ad achenio conutenuti in un falso frutto (cinorrodo)

Roseto Comunale di Roma

In aromaterapia vengono attribuite all’olio di rosa proprietà afrodisiache, sedative, antidepressive, antidolorifiche, antisettiche, toniche del cuore, dello stomaco, del fegato, regolatrici del ciclo mestruale.


Si adatta a qualunque tipo di terreno purché lavorato in profondità, ben concimato con stallatico maturo. Le piante vengono collocate a dimora in autunno o alla fine dell’inverno nelle zone con forti geli, la concimazione si effettua all’inizio della ripresa vegetativa, incorporando nel terreno letame maturo.

Durante l’annaffiatura, i fiori delle rose non devono essere bagnati così come le foglie perchè si favorirebbe l’insorgenza di malattie fungine.
I rosai richiedono sempre abbondanti annaffiature. Il metodo migliore è far scorrere l’acqua alla base del cespuglio fino a che il terreno sia ben bagnato.
Le annaffiature delle rose si effettuano la sera d’estate ed al mattino in primavera.

Roseto Comunale di Roma

Sembra strano ma le ore migliori per raccogliere rose sono tra le 15,00 e le 17,00 vale a dire quando gli zuccheri prodotti durante la fotosintesi clorofilliana sono al valore più elevato. Inoltre è importante non raccogliere la rosa quando il bocciolo è ancora troppo chiuso in quanto questo danneggerebbe la pianta perchè il ramo che la supporta non lignificherebbe provocando alterazioni nel suo sviluppo. 

Appena raccolti gli steli di rosa vanno posti subito in acqua ed è buona norma rendere l’acqua leggermente acida aggiungendo acido citrico o acido ascorbico. Mantenere l’acqua acida riduce lo sviluppo dei microorganismi e facilita da parte degli steli l’assorbimento dell’acqua. Aggiungete anche un pochino di zucchero (che favorisce la chiusura degli stomi e quindi riduce la traspirazione della 
pianta) e un battericida. 

Sarebbe cosa molto gradita ai fiori delle rose per una loro maggiore conservazione non utilizzare l’acqua di rubinetto in quanto gli ioni ed il calcare normalmente presenti nelle nostre acque di rubinetto, sono quasi sempre dannosi e riducono la durata dei fiori. Utilizzate acqua deionizzata o distillata o semplicemente bollita.


Dopo tutte queste notizie e spunti per la coltivazione delle rose vi voglio proporre una ricetta buonissima, utilizzando i petali di rose, ottime per la vostra colazione o per un thé pomeridiano di inverno. La Marmellata di Rose!!!

Marmellata di Rose

 Ingredienti: 


250 gr. di Petali di Rose (rosse)
400 gr. di zucchero.
1/2 limone.
6 dl. di acqua.

Lavate bene i petali di rose e triturarli, non troppo fine, con la mezzaluna.

Mescolarli con 200 gr. di zucchero e il succo di 1/2 limone non trattato, impastando con le mani e mescolando a lungo.

Portate in ebollizione l’acqua con il restante dello zucchero e aggiungete le rose zuccherate.

Fate bollire fino ad avere un sciroppo denso e la marmellata sarà pronta. 

Con una fetta di pane caldo è buonissima!!!

Buon Appetito!!!


Related Posts

Leave a response

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend