Baccalà Spirituale / Bacalhau com Natas

standard 31 Agosto 2014 14 responses

Buona Domenica Amici

 Lo so, ho raccontato tante volte qui nel blog il mio rapporto con il Portogallo, ma mi fa sempre piacere parlare di questo paese meraviglioso e ricordare il mio nonno José.

E proprio per mantenere il ricordo del mio amato nonno, che ogni tanto devo fare qualche piatto portoghese.

Io suo preferito era Baccalà al forno con patate, peperoni e olive. Una vera bontà e facilissimo da preparare.

E poi ci sono le crocchette di baccalà, per non parlare dei dolcetti portoghese che sono deliziosi. Uno per eccellenza sono Pasteis de Nata, molto famosi a Lisbona.

Ormai sono un bel po’ di tempo che non riesco a ritornare in Portogallo e mi dispiace tantissimo.

Il baccalà spirituale é una ricetta tipica portoghese e a Lisbona é anche conosciuto come baccalà com natas.

Oppure si può chiamare anche baccalà alla braz. Sono diversi nomi per lo stesso piatto.

Piatto molto gustoso, facile da preparare. L’unico appunto che posso fare é che il baccalà deve stare ammollo per 2 giorni per togliere tutta la parte salata di conservazione.

Per il resto si fanno 2 /3 passaggi e si informa tutto.

Assolutamente é un piatto da provare, Ormai qui a casa ogni tanto lo devo fare.

Come accompagnamento del piatto io preparo un riso pilaf, semplicissimo, e una insalata mista. E tutto il Portogallo é a tavola.

Andiamo alla ricetta.

Ingredienti


500 g di baccalà
2 carote
1 cipolla dorata
1 spicchio d’aglio
1 foglia di alloro
4 pepe in grano
4 fette di pane in cassetta
4 patate medie
olio d’oliva
300 ml di besciamella 
150 ml di panna
pangrattato 
parmigiano

Come avevo detto prima, lasciate a bagno il baccalà per 2 giorni, cambiando l’acqua ogni tanto.

Trascorso questi giorni, sciacquate bene il baccalà e lasciate scollare per qualche minuti.

Tamponare un po’ con la carta assorbente e togliete con le mani la pelle. Dovrebbe venir via facilmente, oppure aiutate con un coltellino.

A questo punto potete fare in due modi, con una pinzetta togliete le spine centrale, oppure potete già tagliate a cubotti e lasciare per togliere le spine quando il baccalà é cotto. La mia opzione é la seconda, si tolgono le spine più facilmente.

Tagliate a cubotti il baccalà e adagiate in una pentola, riempite d’acqua, aggiungete la foglia di alloro, qualche grano di pepe e cuocete il baccalà per 15 minuti, dal momento che prende bollore.

Trascorso questo tempo potete spegnere il fuoco e scollare il baccalà.

A questo punto io sfiletto i cubotti del baccalà e tolgo le spine.

Lasciate da parte il baccalà cotto e sfilettato.

Mondate la cipolla e l’aglio, tagliate finemente e riservate.

Grattugiate le carote.

In una padella versate un filo d’olio, lasciate scaldare leggermente e unite la cipolla e l’aglio.

Lasciate soffriggere. Poi unite le carote grattugiate.

Unite il baccalà sfilettato e lasciate insaporire il tutto per qualche minuti.

Nel frattempo togliete la crosta delle fette di pane in cassetta, e ammollate in un po’ di latte. Lasciate assorbire tutto il latte.

Per ultimo unite il pane ammollato, che sarà diventato una pappa, al baccalà, girate e questa parte é pronta.

Lessate le patate intere e con la buccia. Quando saranno cotte, sbucciate e tagliate a fette piuttosto spesse.

Preparate la besciamella densa e quando é pronta allungate con un po’ di panna fresca.

Prendete una pirofila, imburrate il fondo e fatte un primo strato con le patate. Adagiate sopra il baccalà e per ultimo la besciamella.

Cospargere il sopra la besciamella con un po’ di pangrattato, per dare un bel colore e un po’ di parmigiano.

Infornate a 180 gradi, forno ventilato, per 20 minuti circa.

Servite tiepido.

Buon Appetito / Bom Apetite.

Related Posts

14 responses

Send this to a friend