Chiffon Cake all’Arancia

standard 12 Marzo 2018 2 responses

Buongiorno a Tutti.

 

Quando ricevo un invito a cena mi piace portare un dolce come regalo. Devo dire che queste tipologie di regalo sono sempre apprezzati, un dolce fatto in casa con quel tocco casalingo, con ingredienti genuini fa piacere a chi riceve.

E proprio la settimana scorsa sono stata invitata a casa di un’amica per mangiare la pizza e ho pensato che una chiffon cake poteva essere un regalo gradito. Ma doveva essere una chiffon cake con un tocco in più e ho deciso di glassare e decorare con la frutta candita.

Nel blog ho già postato due versioni di chiffon cake : Chiffon Cake all’Arancia e Chiffon Cake al Cacao.

Questa torta é altissima, gustosa, morbida e facile da preparare.

Avevo alcune arance e ho deciso di ripetere la versione all’arancia, ma con la glassa di arancia.

Chiffon Cake all'Arancia

La torta era buonissima, soffice e molto profumata.

E’ una torta per la colazione, merenda, accompagnata con una buona tazza di the’, oppure una tazzina di caffè.

Devo dire che anche dopo la pizza ci stava benissimo, in effetti più della metà della torta é andata in pochi minuti.

Chiffon Cake all'Arancia

La chiffon cake risulta una torta molto scenografica, altissima e molto soffice, é una ricetta molto versatile e si possono preparare in diverse profumazione, al limone, al caffè, ecc.

Chiffon Cake all'arancia

Lo stampo della chiffon cake non serve imburrare ne’ infarinare. L’impasto va versato nella teglia e appena si toglie dal forno si lascia raffreddare capovolta per non perdere la sua altezza.

Una volta fredda si passa, delicatamente, il coltello all’interno della parete interna dello stampo e la torta viene via molto facilmente. Ci si alza e si capovolge in un piatto da portata.

Chiffon Cake all'Arancia

Chiffon Cake all'Arancia
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Dolce / Torta da Credenza
Cuisine: American
Serves: 8 Porzioni
Ingredients
  • 300 g di Zucchero
  • 290 g di Farina 00
  • 120 ml di Succo di Arancia
  • 120 ml di Acqua
  • 120 ml di Olio di Semi
  • 7 Uova
  • Scorsa di 1 arancia grattugiata
  • 1 Bustina di Vanillina
  • 1 Bustina di Lievito per Dolci
  • 1 Bustina di Cremor Tartaro
  • 1 Pizzico di Sale
  • Per la Glassa
  • 200 g di Zucchero a Velo
  • 3 Cucchiai di Succo di Arancia
Instructions
  1. Per primo separate i tuorli dagli albumi.
  2. Montate a neve gli albumi e lasciate da parte.
  3. Sbattete bene i tuorli con lo zucchero fino a diventare schiumoso.
  4. Aggiungete il succo di arancia, l'acqua e olio di semi. Sbattere ancora.
  5. Aggiungete la scorsa di 1 arancia grattugiata e il pizzico di sale.
  6. A parte unite alla farina il lievito, il cremor tartaro e la vanillina.
  7. Aggiungete poco per volta all'impasto di chiffon cake, setacciando mano a mano e sbattendo con la frusta elettrica.
  8. Per ultimo mescolate delicatamente gli albumi a neve.
  9. Versate l'impasto della torta nell'apposito stampo della chiffon cake,
  10. Non dovete imburrare e infarinare.
  11. Infornare a 180 gradi per 50 minuti.
  12. Fate la prova dello stuzzicadenti.
  13. Appena togliete dal forno capovolgete la teglia e lasciate raffreddare.
  14. Passate un coltello nei bordi della teglia e potete togliere la torta dallo stampo.
  15. Preparate la glassa mescolando lo zucchero a velo e il succo di arancia.
  16. Spalmate sopra la glassa e decorate.

 

Prossimamente voglio preparare una chiffon cake, farcire e decorare, come una torta di compleanno.

Immagino la bontà di questa torta addobbata a festa.

Chiffon Cake all'Arancia

Preparare questa torta mi da’ tanta soddisfazione, il risultato é bellissimo e il gusto delizioso.

Buon Appetito.

Dolcetto Brasiliano a Base di Arachidi – Paçoca

standard 5 Marzo 2018 2 responses

Buon Lunedì !!

 

Sono in un periodo della mia vita che sento la mancanza di gusti di un tempo, dolce o salato, sapori che mi fa ritornare in mente il mio paese di origine, il Brasile.

In questo blog ho già postato ricette dolce e salate come :

  1. Biancomangiare Brasiliano al Cocco
  2. Quindim
  3. Creme Caramel Veloce
  4. Bacetti al Cocco e Brigadeiro
  5. Torta Salata con Cuore di Palma
  6. Moqueca di Pesce
  7. Caipirinha
  8. Fagiolata Brasiliana
  9. Torta di Fubà

E ci sono ancora alcune ricette che non vi ho menzionato nell’elenco, ma sono presenti nel blog.

Qualche mese fa ho scoperto il Nuovo Mercato Esquillino, in centro a Roma, e lì ho incontrato tantissimi ingredienti provenienti dal Brasile che mi permette di realizzare alcune ricette, che nella mancanza di essi, non sarebbe possibile preparare.

Il mercato é bellissimo e si possono trovare tantissimi prodotti, ingredienti di tutto il mondo, e tra gli ingredienti che ho acquistato ci sono: la farina di manioca, cruda e tostata, il dolce di un frutto brasiliano (che si chiama goiaba) la goibada,  si mangia con formaggio fresco, oppure si possono fare dei biscotti farciti, sciogliere e fare una salsa, ecc.

Ho preso anche la tahina, per fare l’hummus di ceci, e ho visto diverse ricette di condimento di tahina per insalata, e ci voglio provare.

In una bancarella mi hanno fatto assagiare un dattero meraviglioso niente a che vedere con i datteri trovati nei mercati vicino casa.

Insomma, ho fatto un po’ di spesa e ci devo ritornare al più presto, per acquistare altri prodotti.

Uno dei dolci della mia infanzia è la Paçoca, lo so, é difficile da dire in intaliano e ci provo a scrivere come si dice in portoghese: “Passoca”

Paçoca

E’ in assoluto uno dei dolci preferiti dei bambini brasiliani, e non solo, anche gli adulti ci vanno matti.

Fatto con solo 3 ingredienti, risulta un mix di dolce e salato a base di arachide tostato.

Si possono mangiare così come sono dopo la preparazione, e già sono buonissimi, oppure sbriciolare sopra il gelato, sopra le torte, utilizzare come base per altri dolci.

Prossimamente voglio postare una cheesecake di paçoca, che é una bontà unica.

Paçoca

Ho già preparato questa ricetta due volte, la prima volta ho assaggiato e mi sono venute le lacrime, non riuscivo a smettere di mangiare, il sapore in bocca mi ha riportato dritto nei miei ricordi. Ho fatto assaggiare al mio compagno ed é piaciuto tanto , e così in due abbiamo spazzato via tutto. Non sono riuscita a fotografare.

La seconda volta mi sono promessa di fotografare e lasciare qualcosa in frigo come base di altri dolci, sono riuscita a fare le fotografie, devo rifare per preparare la cheesecake.

Paçoca

Gli arachidi sono quelli comprati nei supermercati per gli aperitivi, già salati.

Oppure si possono comprare quelli con la buccia, già tostati, e si procedono con lo sbuciare e togliere la pellicina.

Io utilizzo direttamente quelli in bustina già salati.

Dolcetto Brasiliano a Base di Arachidi - Paçoca
 
Prep time
Total time
 
Author:
Recipe type: Dolce
Cuisine: Brazil
Ingredients
  • 250 g di Arachidi Salati
  • 180 g di Zucchero
  • 1 Pizzico di sale
  • 2 Cucchiai di Burro Sciolto (optional)
Instructions
  1. Nel robot della cucina unite gli ingredienti; arachidi, sale e zucchero.
  2. Frullate fino a che gli arachidi rilascino il proprio olio e danno una consistenza, formando un impasto.
  3. Caso sia troppo sbricioloso, potete sciogliere il burro e aggiungere all'impasto.
  4. Prendete una teglia rettangolare piccola e adagiate l'impasto.
  5. Livellare con un cucchiaio e tagliate i quadrotti con un coltello.
  6. Portate la teglia in frigo e lasciate riposare per un paio d'ora.

Paòoca

Sono sicura che questo dolcetto brasiliano piacerà tantissimo ai bambini italiani.

Non c’è festa di compleanno in Brasile che non sia presente questi dolcetti.

Poi fatemi sapere.

Buon Appetito.

 

Cartellate Pugliese

standard 20 Dicembre 2017 Leave a response

Buona Serata a Tutti.

Finalmente oggi é stata una bellissima giornata, l’aria era fredda ma il sole era splendente, dopo una settimana di giorni grigi e uggiosi ci voleva il sole.

E’ incredibile come il sole cambia la nostra giornata, il nostro umore, la nostra psicologia. In questi giorni di poggia non avevo voglia di fare niente, qualsiasi cosa mi risultava una gran fatica. Invece oggi volevo fare mille cose.

Penso a questo periodo dell’anno a casa di mia nonna, la temperatura é completamente diversa, in Brasile siamo già in estate piena, fa caldissimo e i preparativi di natale erano a tutto vapore.

Ogni anno mia nonna Irma preparava un dolce fritto e ripassato nel miele che lei li chiamava di “Petala”.

Sembrava un papillon come forma e non so il perché di questo nome.

La ricetta non ho mai avuta e mi ricordo che nonna preparava in  automaticamente senza una ricetta scritta, era talmente abituata che non serviva appunti.

Mi ricordo che lei preparava una montagna di questi dolcetti, e poi regalava a tutta la famiglia, vicini di casa, amici e alle persone che venivano a trovarla per un caffè.

Cartellata Pugliese

Nonna era una vera macchina da guerra, preparava questi dolcetti, e non ricordo quanti pacchi di farina usava ma erano tanti, poi faceva altri dolci, preparava pranzi e cene, lavorava tantissimo e tutto in piena estate, faceva caldissimo e il forno era sempre acceso.

Cartellate Pugliese

Da quando mi sono trasferita qui in Italia non ho potuto più mangiare i dolcetti di nonna, e non sapevo come si chiama qui in Italia.

Per anni ho fatto domande qua e la e nessuno mi sapeva dire la ricetta oppure il nome di questo dolce natalizio.

Ma cercando per internet sono rimasta sorpresa quando ho visto la ricetta delle Cartellate Pugliese, é stato un colpo, erano i dolcetti di nonna, solo che la forma é completamente diversa e lei aggiungeva l’anisetta nell’impasto.

Cartellate Pugliese

Non ho perso tempo e ho messo le mani in pasta e via con le cartelle pugliese.

E’ una ricetta molto facile e veloce, l’impasto non deve lievitare.

Cartellate Pugliese

Ho trovato tantissime ricetta e alla fine ho fatto di testa mia. Il risultato é stato strepitoso, molto simili a quelli di mia nonna, sono rimasta molto contenta.

Cartellate Pugliese

La differenza é proprio nella forma, le classiche cartellate pugliese sono tonde e un po’ complicate da fare, ecco perché lei faceva a forma di papillon, farfalle e nonna era arrivata al nome petala.

Cartellate Pugliese
 
Prep time
Total time
 
Author:
Recipe type: Dolce
Cuisine: Italian
Ingredients
  • 250 g di Farina 00
  • 20 ml di Anisetta
  • 1 Cucchiaino di Zucchero Semolato
  • 1 Pizzico di Sale
  • 80 ml di Acqua
  • Olio per Friggere
  • 200 ml di Miele Mille Fiori
Instructions
  1. Disponete la farina a fontana, aggiungere in mezzo lo zucchero, il sale e l'anisetta.
  2. Iniziate ad impastare aggiungendo l'acqua poco per volta.
  3. Una volta l'impasto diventa compatto impastate fino a che risulta liscio.
  4. Lasciate riposare l'impasto, avvolto nella pellicola, in temperatura ambiente per 30 minuti,
  5. Tagliate l'impasto in tre parti e stendete con la macchinetta della pasta.
  6. Tirare fino ad uno spessore di 7 della macchinetta.
  7. Tagliate a striscioline e poi premette in centro.
  8. Scaldate l'olio e friggete le cartellate.
  9. Depositate nella carta assorbente.
  10. A parte scaldate il miele e ripassate le cartellate fritte.

Cartellate Pugliese

In due giorni sono finiti e devo rifare, sono buoni e mi riporta dritto nei miei ricordi, nei tempi che passavo il natale con la mia famiglia, nella casa dove sono nata.

Ormai é rimasto lontano nel tempo, ma questi ricordi sono vivi dentro di me.

Il cibo ha questo potere, di farci assaporare i nostri ricordi, emozioni, ritrovare nella nostra memoria scatti  di fotografie di momenti felici.

Cartellate Pugliese

Buon Natale a Tutti.

Cartellate Pugliese